Riflessioni filologiche

Riflessioni filologiche

Riflessioni

Carissima Fausta,

che dirti? Sei una continua sorpresa, nel vero senso della parola, appari dove meno ti si può aspettare,

dove non ci si pensa e arrivi comunque ben corazzata.

Queste RIFLESSIONI FILOLOGICHE la dicono lunga sulel tue qualità scientifiche, sul tuo amore per la letteratura,

per la PAROLA intesa nella sua pienezza storica e umana.

Non era facile confrontarsi con quella che io ritengo una delle più belle poesie di tutti i tempi, CORRESPONDANCES,

e tu invece hai saputo farlo con una originalità che t’invidio. Le tue doti sono un fermento che non si ferma mai

e ciò ti dà la possibilità di entrare da padrona nei testi, di viverli. Come hai fatto con “Gli stupefatti” di Rimbaud.

Davvero sono compiaciuto e felice di esserti buon amico e ti faccio i miei complimenti, non per formalismo stupido

e inutile, ma perché sono stato preso, affascinato dalla tua indagine e dalla tua scrittura.

Un abbraccio.

Ancora grazie.

Dante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...