Il museo del profumo

Il museo del profumo

prof.1

“Il profumo è l’accessorio di moda basilare, indimenticabile, non visto, quello che preannuncia il tuo arrivo e prolunga la tua partenza”. Coco Chanel

 Il museo del profumo

 Dove può essere, secondo voi? Ma in Francia senza alcun dubbio! Anzi… a Parigi! Museo modernissimo che mette il visitatore in condizione di scoprire tutte le sfumature del profumo attraverso oggetti, dispositivi interattivi e una collezione olfattiva di settanta odori. Vedere, odorare, toccare, ascoltare: i Francesi ci hanno abituati a questo tipo di museo in cui sono invitate a collaborare tutte le abilità del visitatore. Il percorso è costituito da tre sequenze.

Prof.2

“Colui che dominava gli odori, dominava il cuore degli uomini. Poiché gli uomini potevano chiudere gli occhi davanti alla grandezza, davanti all’orrore, davanti alla bellezza, e turarsi le orecchie davanti a melodie o a parole seducenti. Ma non potevano sottrarsi al profumo”.    Patrick Süskind

Prof.3

La prima, ricca di un centinaio di flaconi e di oggetti da collezione, lo immerge nella storia e gli usi delle sostanze odorose a partire dal kifi creato nell’antico Egitto. Dal sacro  all’utilizzazione terapeutica, dall’igiene all’attributo di seduzione, è disegnata l’evoluzione verso la moderna profumeria a partire dagli anni 1830 e caratterizzata, fin dalla metà del XIX° secolo, da una nuova spinta legata all’associazione della moda col profumo grazie a nomi quali Worth, Poiret, Chanel, Dior o Rochas. Dall’evocazione del solco di Maria-Antonietta al gusto dell’imperatrice Eugenia per il patchouli, gli aneddoti danno rilievo alla storia. La seconda parte del percorso invita il visitatore ad ritrovare il proprio senso olfattivo. Può sperimentare i dispositivi interattivi inediti per testare la propria percezione degli odori o ritrovare odori famigliari. La terza parte del museo è dedicata all’arte sconosciuta del profumiere. Delle sfere diffondono le fragranze e la storia appassionata delle materie prime emblematiche della propria gamma. Tramite dei video, è spiegato il modo di creare. Degli specialisti esprimono le loro idee sull’atto ed il modo di profumarsi, gesto di libertà il cui scopo raggiunge in parte quello dell’arte: farsi piacere.

Fausta Genziana Le Piane

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...